Un Grande Nastro Giallo di Solidarietà per i 5 Rivoluzionari Cubani avvolge tutta Italia

Written by  Redazione Nuestra America

La RETE DEI COMUNISTI , dopo le tante attività politiche e culturali di tutto il mese di settembre , ha organizzato il 29 e 30 settembre una mobilitazione nazionale nell’ambito della campagna internazionale "i nastri gialli di solidarietà per i 5 “.
La  nostra mobilitazione italiana si unisce alle attività politiche e culturali che si sono tenute in tutto il mondo e promosse dal Comitato Internazionale per la libertà dei 5, già a partire dal 12 settembre, giorno del compimento del quindicesimo anno di ingiusta carcerazione dei compagni cubani prigionieri dell'impero USA.
Centinaia nel mondo sono stati i comitati nazionali per la libertà dei 5, le associazioni, le organizzazioni,i partiti comunisti e progressisti, che hanno dato il loro sentito e nobile contributo con le più diverse, articolate ed efficaci azioni di mobilitazione militante. La Federazione Sindacale Mondiale, a cui la Unione Sindacale di Base- USB è da anni affiliata,  con tutti i sindacati aderenti ha dato come sempre  la convinta militante e forte adesione e partecipazione a questa campagna internazionale.
Per tutto il mese di settembre e i questi primi giorni di ottobre è continuata  e seguirà l’attività di informazione e sensibilizzazione in tutte le più importanti città italiane distribuendo volantini sul caso dei compagni cubani prigionieri dell’impero USA, ed esponendo manifesti e striscioni e inondando di fiocchi gialli molti uffici , posti di lavoro, scuole , università e il centro storico di tante città e facendone dono a tantissimi lavoratori, studenti , turisti che chiedendone in perché si informavano ed esprimevano la loro costernazione per questo drammatico caso di ingiustizia che non conoscevano e solidarizzando con i compagni cubani e i loro familiari.

Anche in questi due giorni di mobilitazione nazionale,Insieme ai compagni del Capitolo italiano della Rete in Difesa dell’Umanità (e in particolare di Nuestra America, CESTES, Contropiano, Radio Città Aperta e Natura Avventura edizioni e il Laboratorio Europeo di Critica Sociale) , la Rete dei Comunisti ha effettuato volantinaggi informativi, sono stati attaccati striscioni, manifesti in tante importanti città italiane-come MILANO , ROMA, BOLOGNA , NAPOLI, PISA, AREZZO, PADOVA,TERNI, AVERSA, coinvolgendo nella mobilitazione vari centri sociali, associazioni, collettivi e intervenendo in posti di lavoro come ministeri, ospedali, enti pubblici,nelle università suscitando grande curiosità, partecipazione e solidarietà da parte di studenti, docenti,attivisti, lavoratori e tanti militanti dell' Unione Sindacale di Base-USB.
Tante, lunghe e partecipate sono state le notizie e articoli quotidiani pubblicati sui siti www.nuestra-america.it , www.contropiano.org , www.retedeicomunisti.org ,e le trasmissioni in diretta a Radio Città Aperta con interviste e collegamenti nazionali e internazionali anche a Cuba per seguire come si stanno svolgendo queste importanti giornata di lotta.
Esprime il più vivo ringraziamento ai compagni delle organizzazioni del sindacalismo di classe conflittuale, ai collettivi , associazioni,ai centri sociali, alle radio e strutture realmente indipendenti dell’informazione di classe e internazionalista, e in particolare al collettivo Militant e a tutte le strutture del Capitolo Italiano della Rete in Difesa dell’Umanità ,per aver aderito alle mobilitazioni e iniziative promosse dalla  Rete dei Comunisti e apportato con tanta passione il loro sempre e comunque importante e significativo contributo di attivismo militante a queste giornate di lotta,esprimendo così nella pratica rivoluzionaria il più profondoo , vero e sentito sentimento politico  di solidarietà internazionalista a questa battaglia di libertà,antimperialista, anticapitalista e in difesa dei 5 compagni cubani e dei diritti all’autodeterminazione dei popoli.

LIBERI SUBITO I COMPAGNI RIVOLUZIONARI CUBANI PROGIONIERI DEGLI USA!!!
SEMPRE AL FIANCO DI CUBA RIVOLUZIONARIA SOCIALISTA!
CON I POPOLI E I GOVERNI DELL’ALBA PER IL SOCIALISMO NEL XXI SECOLO!
NO ALLE AGGRESSIONI E LE GUERRE IMPOSTE DAGLI IMPERIALISMI CONTRO L’AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI!

RETE DEI COMUNISTI

Di seguito alcuni report e foto di varie iniziative in Italia

 

 PISA e AREZZO: flash mob per i 5 cubani


Ha fatto tappa anche a Pisa ed Arezzo la Campagna internazionale "Un nastro giallo per i 5", che chiede la liberazione immediata dei cinque compagni antiterroristi cubani prigionieri da quindici anni nelle carceri USA.
Le compagne e i compagni della Rete dei Comunisti sono in prima linea in questa battaglia, avendo partecipato a tutte le battaglie internazionaliste e per la libertà dei 5 realizzati in questi quindici anni, e tra le ultime alla presenza attiva e fortemente  partecipata alle  cinque giornate di mobilitazione a Washington ed essendo impegnati a promuovere la Campagna nel nostro Paese.
Questa mattina diversi compagni hanno partecipato al flash mob lanciato dalla Rete dei Comunisti, alle 12.00 in Piazza di
Miracoli a pisa; anche i compagni della Rete dei Comunisti di Arezzo oggi si sono mobilitati con flash mob per le strade e le piazze della città.
Oltre agli striscioni e cartelli che chiedevano la liberazione dei Cinque Eroi cubani, tutti hanno esibito un nastro giallo, il simbolo della speranza  fortemente voluta dal popolo cubanonel ritorno dei Cinque, nastro scelto per la Campagna internazionale, mentre nel volantino distribuito venivano spiegate le ragioni di questa battaglia. Con Cuba e la sua Rivoluzione!
Libertà immediata per i Cinque antiterroristi prigionieri nelle carceri USA!


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NAPOLI, AVERSA .
La Rete dei Comunisti si è attivata nelle due città, nell'ambito della mobilitazione nazionale e in adesione alla campagna per "i nastri gialli di solidarietà in tutto il mondo" promossa dal Comitato Internazionale Per La Libertà dei 5 antiterroristi cubani, prigionieri da 15 anni nelle carceri USA, arrestati nel 1998 a Miami dall'FBI mentre stavano indagando sugli attentati perpetrati contro Cuba  dai terroristi rei confessi Orlando Bosh e Posada Carriles.
Sono stati effettuati volantinaggi informativi e sono stati attaccati striscioni in tutta  la città, nei posto di lavoro, nell'università, con grande curiosità, e solidarietà da parte di studenti, docenti, lavoratori e tanti militanti dell'Unione Sindacale di Base
LIBERI TUTTI E SUBITO !!L’AMORE NON SI ARRESTA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BOLOGNA,PADOVA

Nell’ambito della mobilitazione nazionale  organizzata dalla Rete dei Comunisti , in adesione alla campagna per i ”Nastri Gialli di Solidarietà in tutto il mondo”promossa dal Comitato Internazionale per la Libertà Dei 5 Antiterroristi Cubani, prigionieri nelle carceri USA ,la Rete dei Comunisti-Bologna e di Padova hanno distribuito nelle rispettive città migliaia di volantini che richiedevano l’immediata liberazione dei  compagni e fratelli cubani, il loro immediato rientro nell’isola e la fine delle sanzioni economiche contro la gloriosa Cuba rivoluzionaria. Inoltre un grande striscione e’ stato calato in piazza 20 settembre a bologna, luogo simbolo della città.
Crediamo che in questi giorni in cui i venti di guerra sono tornati a soffiare in tutto il mondo, la solidarietà militante verso Cuba e i suoi 5 eroi ingiustamente detenuti in USA sia indispensabile per rafforzare in ogni luogo le battaglie dei popoli contro le guerre imperialiste e  percorsi del socialismo rivoluzionario che Cuba difende assieme agli altri paesi dell’ALBA, pagando per questo un duro prezzo all’imperialismo americano.

VARIE ALTRE INIZIATIVE NELL ‘AMBITO DELLA MOBILITAZIONE NAZIONALE

Roma, Ministero Economia e Finanze

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Roma Ospedale Sandro Pertini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Roma INPS

 

 

 

ROMA - La verità è rivoluzionaria. Il popolo parla, la stampa ascolta

Non ci siamo abituati, soprattutto in Italia. Per una volta la stampa svolge il suo lavoro senza mistificazioni: riporta fedelmente quanto accaduto. Lunedì 30 settembre, a Roma, il popolo parla! Parla la lingua della verità, senza bugie, omissioni o compromessi. Luoghi simbolo della Roma popolare e rivoluzionaria si esprimono per chiedere la liberazione dei Cinque compagni cubani, arrestati negli Stati Uniti nel lontano 1998, la cui unica colpa era difendere Cuba dal terrorismo della mafia di Miami.

Nel centro di Roma, vicino Piazza Navona, la statua di Pasquino - emblema della romanità che non si piega ai poteri forti - è tornata a parlare. Poco distante, a Campo de' Fiori, la statua di Giordano Bruno, simbolo di come il potere abbia sempre imposto il silenzio alle voci scomode e rivoluzionarie, ha solidarizzato con i Cinque. Dalla Roma di ieri a quella di oggi: anche Radio Città Aperta, una delle più importanti radio libere della città, ha gridato la sua voce.

Ebbene, per una volta... è accaduto l'incredibile. Quasi avesse percepito l'umore delle masse popolari, il giorno dopo «Repubblica», principale quotidiano italiano, spesso ostile alla Rivoluzione cubana, ha voluto dedicare al caso politico e giudiziario dei Cinque (e alla lotta antimperialista della popolazione cubana) non una sola notizia, ma tutta la sua prima pagina. Decine di queste prime pagine sono apparse nei luoghi più importanti della città, dai monumenti storici all'Università “La Sapienza”, dalla sede della Fao ai quartieri popolari. Aveva ragione il Che, quando diceva che “la verità è rivoluzionaria”! Temiamo, però, che queste prime pagine di «Repubblica», apparse magicamente di notte, siano state solo un sogno e una speranza. Per questo abbiamo chiesto un consulto alla Bocca della Verità, dove gli antichi Romani punivano i bugiardi e gli ipocriti. La risposta la vedete nella foto: purtroppo la prima pagina di «Repubblica» è una mezza verità: la stampa italiana continua a essere in favore dell'imperialismo, ma le voci dei compagni e delle compagne che lottano per l'autodeterminazione e per il socialismo continuano a rimanere con la guardia en alto! Solo loro meritano la nostra fiducia!

LIBERTÀ PER I CINQUE!

 Rete dei Comunisti

Collettivo Militant

 

Il popolo parla: Roma Statua di Giordano Bruno
  

Roma: Statua di Pasquino

 

ROMA di notte con la stampa che ascolta

             

Roma: i cittadini mervigliati osservano

             

ROMA: l'informazione da sempre libera e indipendente: Radio Città Aperta

   

ROMA si riprende dal sogno- BOCCA DELLA VERITA’:E’ PROPRIO VERO LA VERITA’ E’ SEMPRE RIVOLUZIONARIA E LA LOTTA CONTINUA!!!!

     

RETE DEI COMUNISTI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Realizzazione: Natura Avventura

Joomla Templates by Joomla51.com