nuestra america

nuestra america

 

 

INTERVISTA A LUCIANO VASAPOLLO

fai.informazione.it/p/4EBFE574-D536-484D-A073-BFC48B0A56C4/Solidarieta-con-il-popolo-venezuelano-intervista-a-Luciano-Vasapollo

DICHIARAZIONE DI ROMA

 

Noi, compagne, compagni, associazioni, organizzazioni e collettivi che sostengono la Rivoluzione Bolivariana, riuniti a Roma il 29 giugno 2014 per dar vita al “Primo incontro italiano di solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana”,

 

1) Respingiamo categoricamente la permanente aggressione imperialista degli U.S.A. e dei suoi alleati, con la complicità delle oligarchie nazionali, perpetrata ai danni del popolo venezuelano e del Governo Bolivariano.

 

2) Denunciamo la cospirazione mediatica internazionale che occulta e mistifica la verità sul Venezuela, e nega il diritto all’informazione dei popoli del mondo, vittime della guerra di IV° generazione. Un meccanismo che prevede l’utilizzo criminale dei mezzi di comunicazione di massa: per costruire consenso intorno alle politiche impopolari, denigrare i processi di emancipazione dei popoli, destabilizzare e delegittimare i governi sovranamente eletti.

 

3) Denunciamo l’incessante pressione politica, economica e sociale da parte di settori privati del Venezuela che, anche con la complicità di governi stranieri, intraprendono azioni violente, sabotaggi, serrate. Atti criminali che alimentano l’insicurezza e generano carenza di beni di prima necessità, ostacolando il percorso di crescita economica e benessere sociale che il popolo venezuelano sta costruendo.

 

4) Riconosciamo il ruolo internazionale del Venezuela che promuove la pace e il dialogo tra i popoli, condanna interventi armati e guerre come soluzioni dei conflitti tra paesi e si colloca in prima fila nella costruzione di organismi internazionali che favoriscano l’integrazione regionale, la complementarietà, la solidarietà tra i popoli.

 

5) Evidenziamo gli importanti risultati raggiunti dal Governo Bolivariano nel perseguire le mete del millennio stabilite dall’ONU nella conquista dei diritti sociali, nel generale miglioramento della qualità di vita della popolazione venezuelana: a partire dalle questioni fondamentali relative al lavoro, alla casa, all’educazione, alla sanità…

 

6) Appoggiamo il Governo Bolivariano del Venezuela e la gestione del legittimo Presidente Nicolás Maduro che, seguendo le orme del Comandante Hugo Chávez, dirige il processo rivoluzionario verso la costruzione del Socialismo del XXI secolo.

 

 

7) Sosteniamo la gestione dell’Ambasciatore della Repubblica Bolivariana del Venezuela in Italia che con dedizione e impegno si oppone alle menzogne dell’industria mediatica.

 

8) Ci riconosciamo in un ambito nazionale, condiviso, unitario, includente, antifascista, antirazzista, antimperialista ed antisessista, costituendo una Rete Italiana di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana: per sviluppare, promuovere e valorizzare iniziative efficaci di sostegno al popolo venezuelano e alle istituzioni che lo rappresentano.

 

9) Condividiamo gli strumenti per la Battaglia delle Idee e ci dotiamo di nuove, originali e creative soluzioni per opporci all’aggressione mediatica di cui è oggetto il Venezuela e di cui tutti siamo bersaglio.

 

10) Promuoviamo iniziative sociali, culturali e politiche a breve, medio e lungo termine, campagne permanenti e ogni attività utile alla difesa della Rivoluzione Bolivariana, che è patrimonio di tutti.

 

Augurandoci un anno ricco di iniziative e successi accogliamo la candidatura di Napoli per ospitare il Secondo incontro italiano di solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana nel 2015.

 

Per la costruzione della Rete Italiana di Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana

 

Grande manifestazione davanti alla Casa Bianca e poi per le vie della città fino al ministero della giustizia vicino al campidoglio usa per la libertà di tutti i cinque cubani.

 

Washington prima invasa di decine di biciclette con sulle spalle dei ciclisti cartelli per la libertà dei rivoluzionari cubani detenuti innocentemente nelle carceri USA ormai da sedici anni e contro il brutale blocco che impedisce a Cuba normali relazioni economico finanziarie commerciali con tutto il mondo . Poi centinaia di intellettuali , artisti , militanti dei movimenti sociali , sindacali , organizzazioni politiche e della solidarietà , giornalisti, parlamentari insieme a  rappresentanti dei comitati internazionale per la libertà dei 5 di quelli di quasi tutti i paesi dell America Latina, degli USA , del Canada , del Belgio , Germania , Svezia, Grecia e tanti altri insieme al nostro comitato italiano giustizia per i cinque , hanno manifestato con passione , forza e rabbia a lungo davanti la Casa bianca chiedendo a gran voce giustizia e libertà : OBAMA GIVE ME FIVE .

 

Caracas, 12 mag (Prensa Latina) Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha consegnato l'Ordine Francisco de Miranda, Prima Classe, a Renè Gonzalez in un incontro del Gran Polo Patriottico degli Afrodiscendenti nel Palazzo di Miraflores, a Caracas.  
A nome di tutto il popolo venezuelano, a nome del lascito più prezioso del nostro comandante Hugo Chavez, voglio consegnare questo riconoscimento alla disubbidienza, allo spirito indomabile, a questo eroe della patria grande ed ai Cinque Eroi della Cuba di disubbidienza e resistenza, ha affermato il capo di Stato.   
Da parte sua, l'Eroe della Repubblica di Cuba, ha ringraziato per il gesto del governo venezuelano e per tutte le dimostrazioni di affetto sentite in questi giorni della sua visita.   
Sono stato ricevuto come un fratello, un figlio, ma soprattutto come un operaio, perché sono stato invitato da un Presidente operaio. È agli operai a chi appartiene il mondo, ha manifestato Gonzalez. 

Nel X° Anniversario della Red En Defensa de la Humanidad in collaborazione con il Capitolo Italiano

Seminario internazionale nell’ambito del corso di laurea in Scienze dell'Educazione e della Formazione.

19 maggio ore 16.30,

Auletta Laboratorio, terzo piano,Via Fea,Villa Mirafiori, Roma

Scienza e cultura a Cuba come valore politico-sociale per lo sviluppo autodeterminato

Riflettendo sul libro in corso di pubblicazione: The History of Physics in Cuba,

 di A. Baracca, J. Renn and H. Wendt, Ed.Springer 2014.

Coordina e introduce il Prof. Furio Pesci (Storia della Pedagogia)

Intervengono:

 Prof. Luciano Vasapollo, delegato del Rettore per i Rapporti Internazionali con i paesi dell'ALBA

Prof. Angelo Baracca, Università di Firenze

Parteciperanno: studenti, dottorandi, docenti

CONFERENZA DEL PROF. L.VASAPOLLO, Delegato del Rettore  per le relazioni con i paesi dell’ALBA;
INTRODUCE PROF  F.LUCCHESE

GIOVEDI 27 FEBBRAIO  ORE 17 VISIVA  Via ASSISI 117

 

i gruppi di solidarietà, collettivi di sostegno e partiti politici sostengono

la Rivoluzione Bolivariana

 

“Hay hombres que hasta después de muertos dan luz de aurora”  José Martí

 

¡Chávez VIVE, la lucha SIGUE!
¡Viva el pueblo de Chávez!
¡Vivan los hermanos CUBANOS!
¡Viva la REVOLUCIÓN!

 

“Decid que está enfermo de muerte el pueblo que no cultiva finalmente los laureles que dan sombra a la tumba de sus héroes; el que no sabe honrar a los grandes, no es digno de descender de ellos: honrar héroes, los hace”  José Martí

 

"Rompa el aislamiento. Vuelva a sentir la satisfacción moral de un acto de libertad... Haga circular esta información" Rodolfo Walsh

 

 

Al Dipartimento Relazioni Internazionali, del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba

Cari compagni,vi giunga il nostro augurio e saluto solidario, fraterno ed internazionalista per questo 55° anniversario. La Rete dei Comunisti saluta con fraterna  solidarietà militante  questa importante tappa della Rivoluzione Cubana. 

Cuba è tra i pochi paesi del mondo prodotto da una Rivoluzione popolare che non ha accettato di dissolversi nel 1989 (come avvenuto in diversi paesi europei), che ha resistito per cinquanta anni all’aggressione di un vicino potente, ingombrante e arrogante come gli USA. La Rete dei Comunisti difende fino in fondo il processo rivoluzionario autodeterminato di Cuba il quale, nonostante un blocco sempre più restrittivo e con la crisi sistemica del capitale internazionale, sta portando avanti una resistenza decisamente eroica e difesa e rafforzamento del socialismo, anche con la grande attuale sfida del perfezionamento  delle linee economiche e sociali nella pianificazione socialista ,a cui partecipano attivamente e instancabilmente, il popolo e il governo di Cuba diretti da un forte e dinamico Partito Comunista.


“ALBA : un altro mondo possibile è in cammino, contro la crisi sistemica del capitalismo”

Realizzazione: Natura Avventura

Joomla Templates by Joomla51.com