Il Presidente dello Stato Plurinazionale di Bolivia, Evo Morales, è stato in visita ufficiale in Italia e ha incontrato il suo popolo combattente boliviano e tanti compagni rivoluzionari italiani .

 

 

 

 

Il compagno Evo si è rivolto nel suo sentito e appassionato intervento  agli entusiasti e festanti oltre duemila boliviani presenti e alla folta delegazione della USB-Lombardia,insieme ai compagni della Rete dei Comunisti,di Nuestra America , e di alcuni altri attivisti dei movimenti sociali  che operano in quel territorio, sottolineando più volte le grandi conquiste sociali e politico-economiche  del processo rivoluzionario boliviano,caratterizzato dalla forte impronta  antimperialista , anticolonialista e anticapitalista .

 

 

In questo clima di gioiosa e partecipata festa popolare  che ha caratterizzato la visita di Evo Morales a Bergamo,l’associazione Nuestra America e il Capitolo Italiano della Rete delle Reti di Difesa dell’Umanità, hanno distribuito molti volantini che spiegavano la storia dell’ingiusta detenzione nelle carceri USA dei cinque eroi cubani ed esposto,riscuotendo grande simpatia, successo e partecipata solidarietà dei tantissimi presenti, lo striscione per la loro liberazione immediata .

 

 Si è conclusa con un gran successo politico la visita in Italia del Presidente dello Stato Plurinazionale di Bolivia Evo Morales  , grazie soprattutto ad un articolato e duro lavoro dell’ Ambasciatore Antolin e di tutto il personale dell’Ambasciata e del Consolato. 

 

Gli esperti di nove paesi stanno partecipando  in Bolivia alla quarta edizione del Foro Internazionale sulla Foglia di Coca,  inaugurato dal presidente Evo Morales.
I valori della foglia come alimento, la sua influenza sulla salute umana ,  il controllo e la situazione legale della pianta nella regione sono  temi dell’incontro che termina oggi a La Paz.

“No se puede aceptar y condenamos ese genocidio”, dijo el mandatario en un acto oficial de este sábado. Morales recalcó su consternación ante el asesinato de civiles e instó a detener la escalada de violencia. El presidente de Bolivia, Evo Morales, rechazó este sábado la escalada de violencia que se ha recrudecido en Egipto en los últimos días y la calificó de genocidio.Durante un acto público efectuado en La Paz (oeste), el mandatario boliviano dijo que se encontraba consternado por los centenares de muertos que ha dejado la represión policial contra seguidores del presidente derrocado Mohamed Mursi.“No se puede aceptar y condenamos ese genocidio (…)

 La Procura boliviana presenterà un nuovo dossier con l'intenzione di estradare l'ex presidente Gonzalo Sanchez de Lozada ed i suoi collaboratori che si trovano esiliati negli Stati Uniti.
Secondo il Pubblico ministero Generale dello Stato, Ramiro Guerrero, probabilmente da domani, non si sa in che momento, si presenterà la seconda richiesta di estradizione per l'ex mandatario ed i ministri Joaquin Berindoague e Carlos Sanchez Berzain, presso la Sala Penale II della Corte Suprema di Giustizia.

Realizzazione: Natura Avventura

Joomla Templates by Joomla51.com