Nella campagna di solidarietà politica per Cuba promossa dalla Rete dei Comunisti e dall’Associazione e rivista Nuestra America, ieri sera grande successo della festa al Ristorante La Casina delle Rose, di Genzano ,Roma.

Il 21 dicembre nella bella e gelida cornice dei castelli romani, a Genzano di Roma, si è svolta una calorosa iniziativa di solidarietà a sostegno di Cuba socialista e rivoluzionaria, per i danni provocati dall’uragano Sandy.
Iniziando la serata è stato ricordato come il 21 dicembre, a migliaia di chilometri di distanza, si svolgeva una importante iniziativa politica e spirituale che segna un cambio epocale nelle relazioni fra i popoli, promossa dal Presidente dello Stato Plurinazionale di Bolivia, Evo Morales, con cui veniva annunciata la fine dell’era del capitalismo e dell’individualismo del profitto e l’inizio dell’era della Pacha Mama per vivere in armonia con la Natura,il Vivir Bien di Madre Terra. Per questo nella sala insieme alle tante bandiere cubane e agli striscioni per la libertà dei 5 rivoluzionari cubani,sono state esposte due bandiere Wipala, che rappresentano i popoli originari boliviani, per unire la festa della Pacha Mama e del Vivir Bien, alla concreta solidarietà internazionalista per Cuba socialista.

Nei giorni tra il 7 e l’8 dicembre l'intellettuale militante e rappresentante del governo venezuelano, Carmen Bohorquez ,è stata in visita a Roma accolta con grande affetto e rispetto rivoluzionario dalla Rete dei Comunisti e
dall'associazione Nuestra America. L’ex vice Ministro della Cultura, oggi Deputata all’Assemblea Nazionale, è Docente di Filosofia e una dei fondatori della Rete degli Intellettuali e Artisti in Difesa dell’Umanità, un movimento di pensiero e azione contro ogni forma di dominazione, che sostiene i popoli soggiogati, i popoli indigeni e originari, le minoranze sessuali, gli sfruttati, gli esclusi, mantenendo un sistema internazionale di informazione e comunicazione tra intellettuali, artisti, movimenti sociali, per la difesa della diversità culturale, la pace, la libertà e la sovranità e l’autodeterminazione dei popoli e per la costruzione di un mondo che superi ogni forma di sfruttamento che è caratteristica fondante di ogni forma di colonialismo, imperialismo e insita nella stessa natura del modo di produzione capitalista. Anche in Italia , così come a Cuba,Venezuela, Bolivia, Messico , Brasile , e tanti altri paesi , è molto attivo il Capitolo italiano di tale Rete internazionale di intellettuali militanti e dirigenti di molti movimenti sociali , attraverso il quotidiano lavoro politico di internazionalismo di classe militante realizzato dalle strutture che originariamente ne fanno parte, come l’associazione e rivista Nuestra America , Contropiano per la Rete dei Comunisti, Radio Città Aperta, Laboratorio Europeo per la Critica Sociale, l’Associazione Marxista Politica e Classe, il Centro Studi Cestes-Proteo etc.

Realizzazione: Natura Avventura

Joomla Templates by Joomla51.com