Nei giorni tra il 7 e l’8 dicembre l'intellettuale militante e rappresentante del governo venezuelano, Carmen Bohorquez ,è stata in visita a Roma accolta con grande affetto e rispetto rivoluzionario dalla Rete dei Comunisti e
dall'associazione Nuestra America. L’ex vice Ministro della Cultura, oggi Deputata all’Assemblea Nazionale, è Docente di Filosofia e una dei fondatori della Rete degli Intellettuali e Artisti in Difesa dell’Umanità, un movimento di pensiero e azione contro ogni forma di dominazione, che sostiene i popoli soggiogati, i popoli indigeni e originari, le minoranze sessuali, gli sfruttati, gli esclusi, mantenendo un sistema internazionale di informazione e comunicazione tra intellettuali, artisti, movimenti sociali, per la difesa della diversità culturale, la pace, la libertà e la sovranità e l’autodeterminazione dei popoli e per la costruzione di un mondo che superi ogni forma di sfruttamento che è caratteristica fondante di ogni forma di colonialismo, imperialismo e insita nella stessa natura del modo di produzione capitalista. Anche in Italia , così come a Cuba,Venezuela, Bolivia, Messico , Brasile , e tanti altri paesi , è molto attivo il Capitolo italiano di tale Rete internazionale di intellettuali militanti e dirigenti di molti movimenti sociali , attraverso il quotidiano lavoro politico di internazionalismo di classe militante realizzato dalle strutture che originariamente ne fanno parte, come l’associazione e rivista Nuestra America , Contropiano per la Rete dei Comunisti, Radio Città Aperta, Laboratorio Europeo per la Critica Sociale, l’Associazione Marxista Politica e Classe, il Centro Studi Cestes-Proteo etc.

Con questa impostazione politica e culturale si è tenuta a Roma domenica 13 gennaio l’iniziativa per la liberazione dei cinque eroi cubani e di solidarietà politica con Cuba socialista rivoluzionaria.
A fare da cornice all’evento, un luogo storico e prestigioso come la Chiesa del Gesù, realizzata per volere della famiglia Farnese nel 1561, è la Chiesa Madre della Compagnia di Gesù , qui tra gli affreschi di Pietro da Cortona e le volte disegnate da Giacomo Della Porta si conserva la tomba del suo Fondatore, Sant'Ignazio di Loyola.
L’incontro promosso dall’ Associazione e Rivista Nuestra America insieme al Capitolo italiano delle Rete delle Reti di intellettuali e artisti e movimenti sociali in Difesa dell’Umanità , ha visto la partecipazione di attivisti politici e militanti di organizzazioni politiche , sindacali e sociali, a partire dalla Rete dei Comunisti ,dell’Unione Sindacale di Base, con studenti, cattolici di base, semplici cittadini e intellettuali , docenti universitari e artisti e che hanno dedicato cinque tecniche artistiche, pittura, fotografia, poesia, musica e saggistica ai cinque eroi cubani, ingiustamente detenuti e resi ostaggi dall’amministrazione USA ormai da oltre 14 anni . L’ iniziativa è stata anche l’occasione per la presentazione del libro “Una settimana a Cuba, con il Papa, Raul, Fidel e molti altri” scritto dal professor Luciano Vasapollo e Padre Antonio Tarzia ,ed è stato accompagnato dall’ importante e graditissima partecipazione di S.E. l’Ambasciatore della Repubblica di Cuba in Italia, Milagros Carina Soto Aguero, insieme ad un’ampia delegazione di rappresentanza diplomatica.

Realizzazione: Natura Avventura

Joomla Templates by Joomla51.com